autosabotaggio-autostima
Perché [inconsciamente] ci Autosabotiamo?
luglio 9, 2017
Show all

Autostima: Tutto quello che devi sapere

autostima-stella laurini-vivi la vita che desideri

Ciao sono Stella Laurini,

credo che ognuno di noi, nell’arco della propria vita, abbia vissuto momenti in cui ha avuto una profonda sfiducia in se stesso o se stessa, in cui si è sentito poco sicuro o sicura di sé, e si sia trovato in situazioni in cui ha potuto dare solo il peggio di sé.

Ogni giorno mi scrivono decine di persone che mi chiedono aiuto o consigli per superare i loro problemi, come Franco.

La storia di Franco 33 anni

Franco che adesso ha 33 anni è cresciuto per quasi tutto il periodo dell’infanzia a casa dei nonni perchè i loro genitori si erano separati. Viveva con la mamma e i nonni.

Il papà pur di non veder più la sua ex moglie aveva deciso di trasferirsi negli Stati Uniti, fregandosene completamente di Franco.

Per Franco iniziarono i veri problemi quando dopo circa un anno la mamma iniziò a frequentare un altro uomo poco gradito dai suoi nonni.

Da li l’odio verso sua mamma da parte dei suoi nonni, veniva anche trasmesso a Franco che poverino non centrava nulla.

Franco in quell’ambiente non si è mai sentito libero di esprimere una sua opinione perchè ogni volta che provava a dire la sua, veniva subito rimproverato dalla sua famiglia, dicendogli continuamente che lui non poteva parlare, che tutte le discussioni famigliari non erano affari suoi.

Veniva comandato a bacchetta tutte le volte che i nonni avevano bisogno di qualcosa e rimproverato da tutti anche quando non era colpa sua.

Se a casa non andava bene, la sua vita peggiorava quando era in classe.

Veniva sempre preso in giro perchè grassottello e introverso. Quando c’era da fare un cattivo scherzo lui era il primo della lista.

 La prima cosa che faceva quando tornava a casa dopo la scuola, era aprire il frigo e iniziare a mangiare.

Mangiava qualsiasi cosa di commestibile gli passasse davanti.

Alle superiori pesava 97 kg, era introverso e non aveva neanche un amico con cui condividere i pomeriggi liberi.

Per paura dei giudizi degli altri non aveva ne amici ne amiche e tutto il periodo dell’adolescenza lo ha passato rinchiuso dentro casa da solo nella sua stanza.

Non sapeva cosa voleva dire andare a mangiare una pizza con gli amici, cosa voleva dire andare a ballare o fare una semplice passeggiata in compagni di amici. Era solo completamente da solo per la paura di essere giudicato.

Quando all’età dei 17 anni Franco aveva stretto amicizia con Roberto (un amico di classe), i genitori e i nonni gli vietarono di uscire perchè avevano paura che gli accadesse qualcosa di brutto.

Per colpa loro aveva perso anche l’unico amico che si era fatto in tutti quegli anni.

Quando Franco divenne maggiorenne i nonni e la mamma gli impedirono di prendere la patente per paura che gli potesse accadere qualcosa.

Per la sua timidezza non aveva amici, non aveva mai avuto una ragazza.

A un anno di distanza dal diploma Franco fece un colloquio di lavoro in un’azienda, e quell’azienda decise di assumerlo. Franco era contentissimo, ma quando seppe che doveva lavorare a contatto con una decina di persone, …decise di non accettare più quel lavoro.

L’autostima di Franco all’età di 32 anni era pari a zero e i suoi chili oramai erano diventati 120.

Franco un giorno ha preso una decisione coraggiosa, mi ha scritto e ha deciso di partecipare ad uno dei miei corsi che faccio in tutta Italia.

Adesso Franco ha perso 30 kg e la sua autostima è aumentata fino a punto che dopo essersi trovato un lavoro, ha deciso di andare a vivere da solo.

Sta trasformando la sua vita e sta iniziando a pensare di farsi una famiglia e di avere dei figli.

Storie come quella che ti ho raccontato ce ne sono molte e molto probabilmente, come tante altre persone, anche tu avrai avuto quei momenti in cui ti sei detto:

“Dovrei avere più fiducia in me stesso, dovrei aumentare la mia autostima, dovrei essere più sicuro di me.”

Ma cos’è veramente l’Autostima? E cosa significa avere Autostima?

Leggendo questo articolo inizierai a comprendere meglio COME MAI certi meccanismi che invece di aiutarti a vivere meglio, TI peggiorano in qualche modo la tua vita. Una volta compresi avrai a tua disposizione nuove scelte…

Continuando a leggere comprenderai meglio:

  • Cos’è l’Autostima (con la A maiuscola)
  • Perchè è importante che tu sappia qual’è la percezione hai di te stesso se intendi migliorare la tua autostima ( qui c’è un test da fare)
  • Come si acquisisce una scarsa Autostima
  • Autostima e atteggiamento mentale perchè sono così importanti per la tua serenità
  • Scoprirai qual è il tuo livello di Autostima ( test da fare)
  • E per ultimo come accrescere e sviluppare la tua Autostima

Per cui se sei pronto o pronta partire? Iniziamo da…

Cos’è l’Autostima (con la A maiuscola)

 “Per autostima comunemente s’intende la capacità di avere un buon rapporto con se stessi, inteso come base per un buon rapporto con gli altri e col mondo.”

L’Autostima è l’elemento fondamentale della gioia di vivere, permette di accettarsi, di volersi bene, di voler bene agli altri e di ottenere i risultati che desideri.

L’Autostima è una capacità che può essere migliorata ( se sai come fare) nel corso della vita intera. Ecco perché è importante non rimandare ma cominciare fin da subito a cerare come fare.

Ti ritrovi da qualche parte sulla Terra, sei in mezzo a miliardi di altre persone, eppure
sei unico,
sei unica,
insostituibile.

Per poter essere te stesso fino in fondo e arricchire questo mondo con quello che hai da dare, devi PERO’ possedere un livello di autostima SUFFICIENTE che ti permetta di esprimere tutto quello che hai dentro.

1# TEST A CHE LIVELLO E’ LA TUA AUTOSTIMA

Vuoi scoprire qual è il tuo livello di autostima di oggi?
Prima di tutto prendi un foglio di carta e poi scrivi la risposta ad ogni domanda! Poi clicca il pulsante qui sotto per scoprire il tuo risultato.

Rispondi alle prossime 12 domande e avrai la risposta 🙂

1) Mi accetto come persona?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

2) Ho fiducia in me stesso?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

3) Mi so affermare di fronte agli altri?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

STAI SCRIVENDO LE RISPOSTE SU UN FOGLIO DI CARTA?
GUARDA CHE STO VEDENDO CHE NON LO STAI FACENDO…

 

 

4) Sono benvoluto praticamente da tutti?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

5) Mi esprimo senza fatica all’interno di un gruppo?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

6) Merito di essere felice?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

7) Ritengo che la mia opinione sia importante quanto quella degli altri?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

8) Ti dici: “Errare humanum est” quando ti capita di commettere un errore?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

9) Ti riesce facile ascoltare una critica giustificata che ti viene mossa?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

10) Sei capace di dire a un altro adulto che trovi inaccettabile il suo comportamento nei tuoi confronti?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

11) Quando una relazione si fa insostenibile, sei capace di interromperla?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

12) Sei capace di dire no quando serve?

MAI          A VOLTE       SPESSO       SEMPRE

**********************************************

REGOLA
Per ogni “SEMPRE” hai diritto a 3 punti

Per ogni “SPESSO” hai diritto a 2 punti

Per ogni “A VOLTE” hai diritto a 1 punto

Per ogni “MAI” non hai diritto ad alcun punto

**********************************************

ADESSO SCOPRI CLICCANDO IL PULSANTE QUI SOTTO QUAL’E’ IL LIVELLO DELLA TUA AUTOSTIMA
( se non sai da dove parti come fai a raggiungere la tua metà)

Bene adesso sai a che livello si trova in questo momento la tua autostima.

Se il punteggio è oltre i 26 punti, puoi anche smettere di leggere ma se invece è sotto quel punteggio continua a leggere…

Avere autostima significa piacersi, andarsi bene così come si è e deriva dall’immagine che abbiamo di noi stessi.

L’immagine di sé è il modo in cui ci si vede nella nostra immaginazione, è ciò che come individuo percepisci di te stesso.

Ed è una delle cose più potenti che c’è, e il motivo sta nel fatto che il tuo comportamento non si discosterà quasi mai da tale mappa interiore.

L’immagine che hai di te agisce come una sorta di profezia che si autorealizza, dicendoti come comportarti o cosa fare per agire in modo coerente con il tipo di persona che ritieni di essere.

Tuttavia, molte persone non si rendono nemmeno conto di avere un’immagine di sé finché non si mettono a cercarla.

Probabilmente è capitato anche a te di incontrare persone attraenti che però si consideravano brutte, troppo grasse o troppo magre, troppo giovani o troppo vecchie.

Rispondi a questa domanda, in questo momento come ti percepisci?

Ecco, se solo minimamente (per esempio) credi di essere brutto, o poco attraente, o poco simpatica, inconsciamente SABOTERAI ogni tentativo di credere di essere bella, attraente o simpatico.

Dato che in questo momento, stai pensando di essere brutta o brutto, non ti presenterai al meglio a quell’appuntamento, di conseguenza la gente inevitabilmente ti troverà poco attraente e così la profezia si avvererà.

Ricorda che il modo in cui tu pensi di te stesso o di te stessa influenza anche il modo in cui gli altri pensano a te.

Dato che oltre il 90% di ciò che noi comunichiamo è inconscio, chi ti circonda risponde continuamente al tuo linguaggio del corpo, al tono verbale, ai segnali emotivi che trasmetti.

Anche se le parole che usi sono positive, potresti ritrovarti a trasmettere ( inconsciamente senza che tu te ne renda conto) due tipi di messaggi:
un certo tipo di messaggio a parole ( conscio ), e uno del tutto diverso con il linguaggio del corpo ( inconscio).

Ecco perché è di fondamentale importanza migliorare la stima di sé, la propria autostima, per allineare il conscio con l’inconscio in modo da poter cambiare l’immagine che abbiamo di noi stessi e renderla così come veramente vogliamo che sia.

Secondo alcuni autori, l’essenza dell’autostima si può riassumere in due punti principali
1) percezione di una competenza personale;
2) intima convinzione di avere un valore in quanto persona

Avere una buona autostima richiede che si sia in grado di:

  • accettare se stessi così come si è;
  • occorre saper gestire le proprie emozioni;
  • occorre saper trattare con gli altri;
  • occorre saper affrontare i conflitti interiori;
  • saper accettare la realtà;
  • saper come fare per affermare se stessi di fronte agli altri;
  • avere fiducia in se stessi

L’autostima è qualcosa di molto importante per la felicità di una persona.

Una persona che NON ha una forte stima di sé difficilmente ottiene grandi risultati e se anche li ottiene, POI spesso trova il modo di auto-sabotarsi, cioè trova il modo di mettersi i bastoni tra le ruote, continuando a fare 1 passo avanti e 2 indietro: per esempio perde peso e poi lo riprende.

Dal punto di vista etimologico, l’autostima è la misura di sé, del proprio valore, la misura del valore che ciascuno di noi dà a se stesso.

Quindi NON è un qualcosa che, come dicono molti, dipende dagli altri e allo stesso tempo NON è qualche cosa che semplicemente ti devi dare ma devi costruirla giorno dopo giorno.

Autostima: come costruirla

Per prima cosa come nasce?
L’autostima nasce e si forma dall’interazione e dalla relazione con le altre persone: i genitori prima di tutto, la famiglia, poi gli amici, gli insegnanti, le persone importanti per noi… tutti a loro modo influiscono sulla percezione che abbiamo di noi stessi.

Anche l’ambiente gioca un ruolo importante, che si aggiunge ai successi, agli errori e ai fallimenti che abbiamo vissuto.

Se per tanti anni ti sei trattato o trattata “male”, hai trattato male il tuo corpo perché non ti piaceva, è probabile che oggi il tuo livello di autostima sia a livelli molto bassi.

# Azione= Fai questo semplice esercizio 

Ora inizia quindi a pensare:

-Chi ha contribuito alla costruzione della mia autostima?

Prendi un block notes o un quaderno e scrivi i nomi delle persone importanti di cui ricordi ancora i messaggi positivi e poi scrivi le loro parole, quello che ti dicevano.

Es.: Mio zio mi diceva sempre: “Hai tutto quello che ti serve per riuscire!”

E poi invece chiediti:

-Chi mi ha trasmesso messaggi negativi, distruttivi per la mia autostima?

Scrivi i nomi di queste persone e poi scrivi le loro parole, quello che ti dicevano.

Es.: La mia insegnante di Inglese mi diceva: “Non sei portato per l’inglese…”

Adesso prendi un G-R-O-S-S-O pennarello nero e cancella una alla volta tutte le frasi distruttive e al posto di ogni frase distruttiva scrivi un messaggio positivo.

Bene adesso sei pronta a fare il prossimo test

#2 TEST: Quale percezione hai di te?

Abbiamo detto che avere autostima significa piacersi, andarsi bene così come si è e deriva dall’immagine che abbiamo di noi stessi.

E l’immagine di sé è il modo in cui ci si vede nella nostra immaginazione, è ciò che come individuo percepisci di te stesso/a.

Ti sei mai chiesto quale percezione hai di te?

Scoprilo ORA rispondendo a queste domande:

1. Le critiche ti feriscono?

SI                                NO

2. Temi le nuove esperienze?

SI                                NO

3. Parli agli altri dei tuoi successi personali?

SI                                NO

4. Cerchi di attribuire ad altri la responsabilità dei tuoi errori?

SI                                NO

5. Hai la tendenza a essere troppo timido o troppo aggressivo?

SI                                NO

6. Ti sforzi di nascondere ciò che provi?

SI                                NO

7. Ti vergogni del tuo aspetto fisico?

SI                                NO

8. Ti rassicura che anche gli altri falliscano?

SI                                NO

9. Ti senti un po’ a disagio nelle relazioni intime?

SI                                NO

10. Trovi scuse per NON cambiare?

SI                                NO

Come nasce la scarsa Autostima di noi stessi

Adesso saliremo un pochino di livello, rispetto a quello che abbiamo visto fino ad ora..sei pronta?

Contrariamente a quanto si pensa, dire a un bambino che è meraviglioso, NON gli farà sviluppare una maggiore autostima nel corso della sua vita.

Elementi fondamentali che ci aiuteranno ad aumentare il nostro livello di autostima, sono anche l’autocontrollo e la disciplina.

Tra gli elementi che possono aver influito negativamente nella costruzione della nostra autostima, possiamo trovare anche uno solo di questi elementi:

  • l’eccesso di protezione da parte di genitori, nonni, fratelli e sorelle pi grandi
  • frasi che feriscono
  • il lasciar correre
  • le continue critiche
  • lo sconforto e la rinuncia davanti alle difficoltà
  • le aspettative troppo elevate o troppo basse
  • l’incostanza della disciplina
  • l’abuso fisico
  • il fallimento scolastico

PNL = + Autostima + Percezione di se stessi

La PNLProgrammazione Neuro Linguistica, può aiutarti a migliorare l’autostima? La risposta è sì perchè ha aiutato me e centinaia di persone che hanno capito il valore di questi strumenti che la PNL mette a disposizione

Se non sai che cos’è, te lo spiego in pochi secondi.
La Programmazione Neurolinguistica è un insieme di tecniche efficaci volte a produrre nelle persone cambiamenti POSITIVI e permanenti in POCO TEMPO.

In altre parole è lo studio, attraverso il linguaggio verbale e non verbale, di come “filtriamo” le informazioni che ci provengono dall’ambiente e di come le organizziamo in schemi coerenti e standardizzati di comportamento per la realizzazione di un obiettivo.

Il tuo futuro (e la tua autostima) dipende dalla tua capacità di apprendere come funziona la tua mente, e la PNL ti può aiutare enormemente A CAPIRE.

E nel momento in cui CAPISCI, diventi padrone di te stesso.

E a quel punto non esistono più problemi di autostima, di approccio piuttosto che di risultati.

Esisterà semplicemente la domanda:

“Come posso usare le mie risorse per ottenere i risultati che voglio, che merito?”

Con gli strumenti che la PNL ti mette a disposizione puoi velocemente imparare a usare la tua mente per ottenere tutti i risultati che vuoi!

Io l’ho fatto, centinaia di persone prima di te l’hanno fatto e hanno migliorato e a CAMBIATO immediatamente il loro modo di percepire se stesse e il loro modo di relazionarsi con gli altri.

Per concludere

Per concludere, l’autostima è l’elemento fondamentale della gioia di vivere, permette di accettarsi, di volersi bene e di voler bene agli altri.

È una capacità che può essere perfezionata nel corso della vita intera.

Migliorare la tua autostima ti permette di contrastare uno dei più grandi freni che si pone l’essere umano: parliamo dell’autosabotaggio.

autostima - vivi la vita che desideri

Autostima: come svilupparla e sostenerla nel tempo
Clicca il pulsante qui sotto e passa al livello II (superiore)

3 Comments

  1. angela ha detto:

    con poche parole siete stati molto chiari….chissa il resto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *