cambiamento-vivi-la-vita-che-desideri
Quali sono le 2 cose che Tutti vorrebbero Cambiare nella loro Vita?
ottobre 31, 2016
neuro associazioni-vivilavitachedesideri
Neuro associazioni: quali limitano la tua vita?
novembre 14, 2016
Show all

Cervello: conosci il suo potere?

cervello-vivilavitachedesideri

Hai mai pensato al magnifico dono che riceviamo nascendo? Il cervello… questo straordinario “strumento” che può aiutarci praticamente a compiere tutto quello che vogliamo. Le sue possibilità sono quasi illimitate. In genere non sappiamo molto su come funziona, perciò fermiamoci un attimo a osservare questo incredibile “strumento” che abbiamo e a considerare come possiamo usarlo perché ci permetta di ottenere i risultati che vogliamo e quindi ci aiuti a vivere la vita che desideriamo.

Il cervello aspetta con impazienza i tuoi ordini, pronto ad eseguire TUTTO quello che gli chiedi. Gli basta solo una piccola dose di carburante: l’ossigeno del sangue e un po’ di glucosio.

Quanto a complessità e potere, il cervello sfida anche la più avanzata tecnologia dei computer. E’ capace di elaborare fino a trenta miliardi di informazioni al secondo e vanta l’equivalente di 9600 chilometri di fili e cavi.

Il sistema nervoso dell’uomo contiene circa 28 miliardi di neuroni (le cellule nervose destinate a trasmettere gli impulsi). Senza neuroni, il nostro sistema nervoso non sarebbe capace di interpretare le informazioni che riceviamo attraverso gli organi di senso, di trasmetterle al cervello e di riportare dal cervello le istruzioni su che cosa dobbiamo fare.

Ciascuno di questi neuroni è un minuscolo computer autosufficiente, capace di elaborare un milione di informazioni.

I neuroni agiscono indipendentemente, ma comunicano tra loro mediante uno straordinario reticolo di 160 mila chilometri di fibre nervose. La capacità del cervello di elaborare informazioni è incredibile, specie se si considera che un computer, anche il più rapido, può fare solo una connessione per volta.

Invece, una reazione in un neurone può trasmettersi a centomila altri neuroni nello spazio di meno 20 millisecondi. Per darti un’idea, circa 10 volte meno di un batter d’occhio.

Un neurone ci mette 1 milione di volte di più a mandare un segnale di quanto ci impiega un tasto di computer, eppure il cervello riesce a riconoscere un viso familiare in meno di un secondo, cosa questa al di là delle capacità del più potente computer.

Il cervello riesce a operare a tale velocità perché, invece del metodo graduale del computer, i suoi miliardi di neuroni possono affrontare un problema tutti nello stesso istante.

Ma allora, se abbiamo questo immenso potere a nostra disposizione, perché non riusciamo ad essere sempre felici?

Perché non riusciamo a cambiare comportamento come quello di fumare o bere, mangiare troppo o rimandare in eterno? 

Perché non possiamo scuoterci di dosso immediatamente la depressione, superare le frustrazioni e sentirci felici ogni santo giorno della nostra vita?

INVECE POSSIAMO!

Ciascuno di noi ha a disposizione il più incredibile computer della terra, ma purtroppo nessuno ci ha dato il manuale d’istruzioni!

Moltissimi di noi non hanno la più pallida idea di come funzioni il cervello, perciò cerchiamo di pensare al modo di cambiare, quando in realtà il nostro comportamento è radicato nel nostro sistema nervoso sotto forma di connessioni fisiche-connessioni nervose, chiamate NEURO ASSOCIAZIONI.

I neuro scienziati hanno scoperto che i neuroni inviano costantemente messaggi elettrochimici avanti e indietro attraverso le vie nervose, proprio come avviene nelle corsie di un’autostrada piena di traffico.

Questa comunicazione accade all’improvviso, e ciascuna idea o ricordo si muove lungo la propria corsia, mentre miliardi di altri impulsi viaggiano nelle loro particolari direzioni.

Questo ci permette di saltare mentalmente dal ricordo del profumo di pino in un bosco alla nostra canzone preferita, da un piano dettagliato di una serata con il proprio amato, alla bellezza del ditino di un neonato.

Questo complesso sistema non solo ci permette di godere della bellezza del creato, ma ci aiuta anche a sopravvivere. Ogni volta che sperimentiamo una certa quantità di piacere o di dolore, il cervello ne ricerca la causa e la registra nel nostro sistema nervoso per metterci in grado di fare una scelta migliore in futuro.

Per esempio, senza una neuro associazione che ti ricordi che a mettere la mano sul fuoco ci si brucia, potresti ripetere infinte volte questo errore, riducendoti la mano in un moncherino bruciacchiato.

Così le neuro associazioni trasmettono rapidamente al cervello i segnali che ci permettono di riaccedere ai nostri ricordi e quindi di muoverci con sicurezza.

Quando facciamo qualcosa per la prima volta, creiamo una connessione fisica, un sottile filamento nervoso che ci permette di riaccedere in futuro a quell’emozione o a quel comportamento.

E ogni volta che ripeti un dato comportamento, la connessione si rinforza.

Con sufficienti ripetizioni e intensità emozionale, possiamo aggiungere molti fili contemporaneamente, aumentando la resistenza alla rottura di quel modulo emozionale o comportamento, finché alla fine abbiamo una linea principale verso questo comportamento o sensazione.

A questo punto ci troviamo spinti a provare queste sensazioni o a comportarci in quel modo costantemente. In altre parole, questa connessione diventa quello che si può definire una “superstrada” nervosa che ci condurrà lungo una via costante e automatica di comportamento.

Questa neuro associazione è una realtà biologica, è fisica. Michael Merzenich* della University of California di San Francisco ha scientificamente dimostrato che più spesso indulgiamo a un modulo di comportamento, più forte questo modulo diventa.

Ogni volta che ti abbandoni a un’emozione di rabbia o al comportamento di urlare con una persona cara, rinforzi la connessione nervosa e aumenti la probabilità di rifarlo.

Per fortuna, però, si è anche scoperto che se smetti di indulgere a un particolare comportamento o a una particolare emozione per un periodo di tempo abbastanza lungo, se cioè interrompi il modulo di servirti della vecchia via nervosa per un periodo di tempo sufficiente, la connessione si indebolisce e finirà per atrofizzarsi.

Questo significa anche che se non usi, ad esempio, la passione, anch’essa finirà per scemare. Anche il coraggio, se non viene usato, diminuisce. L’impegno, non esercitato, svanisce. L’amore, non condiviso, si spegne.

La scienza del condizionamento neuro associativo ci offre sei gradini specificatamente intesi a cambiare il comportamento, interrompendo i moduli che ci debilitano.

Ma prima di tutto dobbiamo capire come avvengono nel cervello le neuro associazioni. E lo scopriamo nel prossimo articolo.

************************************************************************************************************
* Michael Merzenich ha dedicato un’intera vita allo studio del cervello umano, contribuendo in modo significativo ad importanti scoperte sulla neuroplasticità, ovvero la capacità del nostro cervello di modificare le connessioni sinaptiche, la propria struttura e le proprie funzioni
************************************************************************************************************

Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi saperne di più sulle potenzialità della tua mente, clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *