cervello-vivilavitachedesideri
Cervello: conosci il suo potere?
novembre 7, 2016
einstein-vivi-la-vita-che-desideri
Sai Usare la tua Mente per Ottenere Risultati Differenti?
novembre 17, 2016
Show all

Neuro associazioni: quali limitano la tua vita?

neuro associazioni-vivilavitachedesideri

Come abbiamo detto in un articolo precedente, la scienza del condizionamento neuro associativo (delle neuro associazioni) ci offre 6 gradini specificatamente intesi a cambiare il comportamento, interrompendo i moduli che ci debilitano.

Ma prima di tutto dobbiamo capire come avvengono nel cervello le neuro associazioni.

Ogni volta che provi una dose abbastanza forte di dolore o di piacere, il tuo cervello ne cerca immediatamente la causa. Usa i tre seguenti criteri:

  1. Il cervello cerca qualcosa di unico. Per restringere il campo delle probabili cause, il cervello cerca di individuare qualcosa che sia insolito alla circostanza. Sembra logico pensare che se hai sensazioni insolite, debba esserci anche una causa insolita.
  2. Il cervello cerca qualcosa che sembra avvenuto simultaneamente. In psicologia si chiama “Law of Recency”. Non è forse logico pensare che quello che accade nel momento (o nella immediatezza) di un intenso piacere o dolore è probabilmente la causa di questa sensazione?
  3. Il cervello cerca una costante. Se provi dolore o piacere, il tuo cervello comincia immediatamente a notare che cosa c’è di unico in te e che cosa avviene simultaneamente. Se l’elemento che soddisfa queste due condizioni sembra anche presentarsi in modo costante ogni volta che provi questo dolore o piacere, allora puoi star sicuro che il tuo cervello stabilirà che questa è la causa. Il problema è che, quando sentiamo piacere o dolore, tendiamo a generalizzare sulla costanza. Di certo ci sarà stato qualcuno che ti ha detto “tu fai ‘sempre’ così”, dopo che hai fatto qualcosa per la prima volta. E forse te lo te lo sei detto anche da solo.

Dato che i criteri per formare le neuro associazioni sono così imprecisi, è facilissimo cadere in equivoci e creare quelle che vengono chiamate le “false neuro associazioni”. Ecco perché bisogna valutare i legami prima che diventino parte del nostro processo decisionale inconscio.

Spesso diamo la colpa alla causa sbagliata e questo ci preclude le possibili soluzioni.

Come nel caso dell’esperienza vissuta da una donna, una grande artista, che non aveva più una relazione con un uomo da 12 anni.

Questa donna metteva una grande passione in tutto quello che faceva ed era, proprio per questo, una grande artista. Però, quando la sua ultima relazione sentimentale era finita, aveva sofferto un grande dolore e il suo cervello aveva immediatamente cercato la causa, aveva cercato cioè qualcosa che fosse unico in quella relazione.

Il suo cervello aveva notato che quella relazione era stata particolarmente appassionata. Così, invece di identificare la passione come un aspetto positivo di quella relazione, questa donna cominciò a pensare che fosse stata proprio la passione il motivo per cui era finita.

Il suo cervello cercò qualcosa che fosse avvenuto simultaneamente al dolore e di nuovo notò che c’era stata molta passione prima che la relazione finisse.

Quando la donna cercò un elemento costante, di nuovo la passione venne additata come la colpevole. Dato che la passione soddisfaceva tutti e tre i criteri, il cervello della donna decise che doveva essere la causa per cui la relazione era finita in modo così doloroso.

Avendo identificato nella passione la causa, la donna decise di non abbandonarsi mai più alla passione in una relazione. Questo è un esempio classico di falsa neuro associazione. La donna aveva identificato una causa falsa e questo ora guidava il suo comportamento e paralizzava il potenziale di una relazione migliore in futuro.

Il vero colpevole in questa relazione era stato il fatto che la donna e il suo partner avevano regole e valori diversi. Ma visto che lei associava il dolore alla passione, la evitava a tutti i costi, non solo nelle relazioni, ma anche nell’arte. La qualità di tutta la sua vita cominciò a soffrirne.

Questo è un esempio degli strani modi che in cui a volte facciamo le connessioni.

Dobbiamo capire come il nostro cervello fa le associazioni e mettere in discussione molte connessioni che abbiamo già accettato e che forse stanno limitando la nostra vita.

Altrimenti nella nostra vita personale e professionale siamo destinati a sentirci frustrati e insoddisfatti.

Scopri di più su come iniziare a fare neuro-associazioni diverse. CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *