paura-vivilavitachedesideri
Cosa FAI dentro di te per avere PAURA?
ottobre 24, 2016
cambiamento-vivi-la-vita-che-desideri
Quali sono le 2 cose che Tutti vorrebbero Cambiare nella loro Vita?
ottobre 31, 2016
Show all

Perché siamo Convinti che i Cambiamenti avvengano Lentamente?

cambiamento-darwin-vivilavitachedesideri

Perché, in genere, siamo tutti convinti che i cambiamenti avvengano molto lentamente? Una delle prime ragioni, ovviamente, è che hanno provato e riprovato solo con la forza di volontà a operare dei cambiamenti senza riuscirci.

E ne deducono che ottenere grandi cambiamenti richiede molto tempo ed è molto difficile.

In realtà è difficile solo perché in genere non sappiamo come si fa. non abbiamo una strategia efficace. La forza di volontà da sola non basta se vogliamo ottenere cambiamenti duraturi.

Il secondo motivo per cui non cambiamo in fretta è che nella nostra cultura abbiamo una serie di credenze che ci impediscono di utilizzare le nostre intime risorse.

Culturalmente facciamo associazioni negative con l’idea di un cambiamento improvviso, istantaneo. Per molti, un cambiamento istantaneo significa solo che in realtà non c’era nessun problema. Se si può cambiare così in fretta, perché allora non l’abbiamo fatto una settimana, un mese, un anno fa e non abbiamo smesso di lagnarci?

Per esempio, secondo te, quanto ci mette una persona a riprendersi dalla perdita di una persona cara e a sentirsi meglio? Fisicamente, potrebbe farlo il mattino dopo, ma in genere non succede. Perché Perché nella nostra cultura abbiamo la convinzione che dobbiamo addolorarci per un certo periodo di tempo.

Quanto dobbiamo piangere? Dipende dal nostro stesso condizionamento, Provate a pensarci. Se il giorno dopo aver perso una persona cara non fossi afflitto, non è forse vero che questo sarebbe fonte di grande dolore nella tua vita? Il tuo prossimo penserebbe subito che non ti importava nulla della persona cara che hai perso. E sulla base del tuo condizionamento culturale potresti cominciare a pensarlo anche te.

L’idea di superare la morte di qualcuno con tanta facilità è semplicemente troppo dolorosa. Così scegliamo la pena di addolorarci piuttosto di cambiare le nostre emozioni, finché non ci sembra che le nostre regole e i nostri standard culturali siano stati rispettati.

In realtà ci sono culture in cui si festeggia quando qualcuno muore! E questo perché ciascuno è convinto che Dio conosca sempre il momento giusto in cui si deve lasciare la terra e che la morte sia una promozione. Si crede inoltre che se si dovesse piangere la morte di qualcuno non si farebbe altro che dimostrare la propria incapacità a capire la vita e il proprio egoismo.

Dato che questa persona è andata in un luogo migliore, in realtà piangi solo per te stesso. Tutti associano il piacere con la morte e il dolore con il piangere i morti, perché il lutto non fa parte della loro cultura. non sto dicendo che il lutto sia male o sbagliato. Dico solo che dobbiamo renderci conto che si basa sulla nostra credenza che ci voglia molto tempo per riprendersi da un grande dolore.

Tornando alla domanda “Perché, in genere, siamo tutti convinti che i cambiamenti avvengano molto lentamente?”, possiamo affermare quindi che il cambiamento può avvenire in un istante.

E se vogliamo ottenere un cambiamento duraturo nel tempo, una volta effettuato il cambiamento, dovremo rinforzarlo subito. Dobbiamo condizionare il nostro sistema nervoso ad avere successo non una volta sola, ma costantemente.

Ad esempio, non vai ad un corso in palestra una sola volta per poi dire: “Bene! Adesso ho un corpo magnifico e scoppierò di salute per tutta la vita”.

Lo stesso vale per le emozioni e il comportamento. Dobbiamo condizionarci per il successo, per l’amore, per vincere le paure. Dobbiamo ricordare che dolore e piacere modellano tutti i nostri comportamenti e che piacere e dolore possono cambiare i nostri comportamenti. Per condizionarci, dobbiamo saper usare il dolore e il piacere.

Clicca qui per saperne di più su come fare a condizionarti per vivere la vita che desideri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *